Una giornata alla Guinness StoreHouse

2 commenti

225753_10201035296955280_1592388653_n

Se siete a Dublino non potete non andare a fare una visita alla meravigliosa fabbrica della Guinness. Bevuta in Italia, non ero una grande appassionata di questa birra, bè credetemi, assaggiata in Irlanda, ho cambiato completamente idea … è una birra a dir poco favolosa!!!

Vi consiglio di prenotare la visita in anticipo, così anche da saltare la fila all’ingresso, perchè troverete tantissime persone che vanno ogni giorno a visitarla!! Oppure di acquistare come ho fatto io (se pensate di rimanere almeno qualche giorno a Dublino) il Dublin Pass, una card che da la possibilità di entrare in parecchi luoghi d’interesse con sconti e in molti gratis, compresa la Guinness StoreHouse.

482484_10201035297355290_1629329330_n

La Guinness Storehouse si erge su un edificio di 7 piani che girano intorno ad un atrio a forma di gigantesca pinta di birra, ed è situata nel cuore della leggendaria St James’s Gate Brewery a Dublino. Questa fabbrica ospita la Società Guinness sin dal 1759, anno in cui Arthur Guinness firmò l’ormai famoso contratto di affitto per 45 sterline all’anno per 9.000 anni. Pagò così poco perchè l’edificio era veramente mal ridotto !! Al primo piano in una teca, è possibile vedere ancora il contratto che firmò che sancì l’inizio della sua fortuna.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Guinness Storehouse prima ospitava le camere di fermentazione del birrificio e solo successivamente è stata riadattata a centro visitatori, dedicato alla storia della Guinness. E’ una delle principali attrazione d’Irlanda!

Chi era Arthur Guinness?

Arthur Guinness nacque nel 1725 vicino a Celbridge, nella Contea di Kildare dove suo padre, Richard Guinness, era un imprenditore irlandese e l’amministratore dei possedimenti terrieri di Arthur Price, Arcivescovo di Cashel.

Arthur fondò un primo birrificio a Lexlip producendo birra ale (chiara). Lasciò suo fratello minore a dirigere l’impresa e si spostò a Dublino. Già nel 1767 era a capo della Corporazione dei Mastri Birrai di Dublino. La sua maggiore impresa fu l’espansione del suo birrificio. In seguito si dedicò esclusivamente alla birra porter (scura). Arthur Guinness era un uomo determinato, soprattutto nella difesa dei suoi diritti. L’affitto del birrificio gli garantiva libero accesso ad una sorgente d’acqua, che si trova in una sorgente delle Wicklow Mountain e che rende questa birra così unica e speciale. Nel 1775 la Corporazione di Dublino provò a fargli pagare l’accesso all’acqua inviando lo sceriffo con un drappello di uomini pronti a tagliargli il rifornimento, ma Arthur vinse la battaglia e il birrificio conservò il suo prezioso libero accesso alla sorgente d’acqua.  Alla sua morte, nel 1803, lasciò alla sua famiglia una discreta fortuna ed un’azienda florida.

La Guinness Sotrehouse

Al piano terra troverete un negozio enorme e pieno di ogni tipo di suovenir che possiate immaginare. Occhio al portafogli, perchè vi verrà voglia di comprare di tutto!! E potrete fare anche un viaggio alla scoperta della Guinness in un luogo mistico, con tanto di cascate, colori e profumi inebrianti. Troverete proprio qui il famoso documento che firmò Arthur!

firma

Al 1° piano troverete la mostra della produzione dei barili da trasporto, un esempio di come la nostra birra gira il mondo sin dal 1759 e potrete fare un viaggio che vi farà scoprire la storia della Guinness e del suo fondatore. Il Cooperage è un’esposizione dedicata all’arte dei bottai, che realizzavano a mano le botti di legno fino agli anni ’60.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Al 2° piano troverete un locale per la degustazione della birra e se lo vorrete, vi insegneranno a discriminare tutti i sapori di questa famosa bevanda, che ha un gusto così ricco, inteso e particolare. Pensate che poi una volta tornata in Italia, sono stata in un pub carinissimo vicino a casa mia che ha la Guinness ed avevo tantissima voglia di berla di nuovo. Il proprietario che ha vissuto per molti anni in Irlanda prima di aprire questo Dublin Pub qui, mi ha espressamente detto che non me l’avrebbe data!!! Eh si ha commentato così: “sei tornata da troppo poco tempo e non ti piacerebbe questa Guinness, devi dimenticarti il sapore di quella bevuta in Irlanda e prodotta con l’acqua della loro fonte … tra qualche mese si, ma adesso non te la do!!!”

Il 3° piano vi farà fare un tuffo nel passato e vi proporrà tutta la pubblicità che negli anni ha caratterizzato questa birra, trasportandovi nelle case delle persone, nei loro gusti ed usanze … Immaginate ed Immergetevi in questo mondo! La mostra copre ottant’anni di campagne pubblicitarie all’avanguardia ed è proprio uno spasso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il 4° piano propone la Connoisseur Experience e la farete guidati dai loro esperti ed è qui che si trova La Guinness Accademy dove potrete imparare (è una delle opzioni compresa nel vostro biglietto, da scegliere tra altre a disposizione)  a spillare una pinta di Guinness perfetta. Armatevi di pazienza, perchè spesso qui la fila è molto lunga!!! Questo rituale in sei passaggi è leggendario come la birra, dai 119.5 secondi necessari per versare il prezioso liquido ai tempi e modi per lasciarlo depositare. La Guinness non si spilla come le altre birre 🙂

11986_10201035299355340_1638466608_n

 Il 5° piano è dedicato al cibo ed alle bevande. Qui potrete rilassarvi, gustare qualche buon piatto irlandese, accompagnato ovviamente da una splendida pinta di Guinness.

941306_10201035299955355_1371464125_n

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il 7° piano è per molti turisti il piano preferito. C’è il Gravity Bar tutto in vetro che gira su se stesso ed offre una vista della città a 360°. Sulle vetrate del Gravity Bar vedrete anche delle indicazioni che vi faranno chiaramente capire che parte di Dublino state guardando in quel momento. Il Gravity è sempre affolatissimo … ma anche questa è un’esperienza !!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Se siete a Dublino, non fatevela scappare. La fabbrica della Guinness è bella già da fuori, mentre state arrivando respirerete un’aria intrisa di odori, vedrete cavalli e carrozze e sarete rapiti da un’atmosfea unica nel suo genere!!

Questo slideshow richiede JavaScript.

2 comments on “Una giornata alla Guinness StoreHouse”

  1. Io custodisco sempre gelosamente il mio diploma di spillatrice guadagnato al quarto piano 😀 😀 Ne vado fiera! E sono d’accordo sul fatto che la Guinness, a Dublino, ha un sapore completamente diverso da quella che si trova qui. Infatti dopo essere tornata dall’Irlanda non sono più riuscita a berne!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...