Il Cardo Scozzese – The Thistle

One comment

Il Cardo “The Thistle” è il simbolo della Scozia, famoso e noto quanto il kilt, la cornamusa ed il whisky.

Cosa potrebbe rappresentare al meglio le aspre terre di Scozia, se non un fiore dall’aspetto rude e determinato, ma allo stesso tempo bello ed appassionante?

thistle-1293893_1280

Comune in tutti gli altopiani, le isole e le pianure della Scozia, il cardo pungente viola è stato emblema nazionale della Scozia per secoli. Questa pianta orgogliosa e regale, non ha nemici naturali a causa delle spine viziose che lo coprono e proteggono come un porcospino.  E’ una pianta biennale (che significa che ci vogliono due anni per completare il suo ciclo di vita) è anche conosciuto come il “Cardo del cotone”, e il suo nome latino è “Onopordum Acanthium” e cresce proprio come un’erbaccia.

Ci sono diverse leggende che cercano di spiegare come il cardo sia divenuto il simbolo della Scozia, ma la più conosciuta risale al regno di Alessandro III e agli eventi che riguardano la battaglia di Largs nel 1263. La Scozia per centinaia di anni ha fatto parte del Regno di Norvegia. Nel 1263 il re Alessandro III ha proposto di ri-acquistare le Isole Occidentali ed il Kintyre, dal re norvegese Haakon IV. Questo bastò a risvegliare l’interesse Normanno verso la terra di Alba. Alla fine dell’estate del 1263 il re Haakon della Norvegia, intento a conquistare gli Scozzesi, partì con una grande flotta per la costa scozzese. Feroci tempeste hanno costretto alcune delle navi sulla spiaggia di Largs nell’Ayrshire e una forza norvegese è stata atterrata.

thistle-875048_640

La leggenda narra che a un certo punto durante l’invasione, i Normanni cercavano di sorprendere i guerrieri scozzesi che si erano addormentati. Per spostarsi più furtivamente e al buio, si sono tolti gli stivali, ma si sono imbattuti in un’area di terreno coperta di cardi e uno degli uomini di Haakon lo ha calpestato, il suo grido di dolore ha risvegliato gli scozzesi, che si sono difesi e che hanno battuto i normanni nella battaglia di Largs, salvando la Scozia dall’invasione. Il ruolo importante che il cardo aveva giocato è stato riconosciuto e rispettato, così fu scelto come emblema nazionale della Scozia, noto anche come “Il Cardo Protettore”. Una storia suggestiva ed affascinante, ma a nessuno è dato sapere se sia vera o meno!

Il primo uso del cardo come simbolo reale della Scozia lo ritroviamo sulle monete d’argento emesse da Giacomo III nel 1470.

Il cardo è anche un simbolo importante dell’araldica scozzese da più di 500 anni. Rappresenta una delle più alte onorificenze che il Paese può assegnare a qualcuno. Il Nobile Ordine del Cardo, fondato da Re Giacomo V nel 1540, è un ordine cavalleresco conferito solo a coloro che hanno offerto un contributo importante alla vita della Scozia. Solo Sua Maestà la Regina può investire qualcuno dell’Ordine del Cardo, il cui motto latino è “Nemo me impune lacessit” ovvero, “nessuno mi attacca impunemente”, ma più comunemente tradotto in scozzese come” Wha daurs mesdle wi me”, ossia, “al centro c’è il cardo”. Motto del tutto calzante con il temperamento e l’onore che caratterizza la Scozia ed i suoi abitanti.

The Scottish Thistle Why It s The Perfect National Flower

Il cardo ha ispirato l’ode all’amore romantico di Rabbie Burns, A Red, Red Rose ed anche una delle poesie più belle della letteratura, A Drunk Man Looks at the Thistle di Hugh MacDiarmid, un poema epico in cui il poeta riflette su tutto, dallo stato in cui vessa la nazione, ai misteri dell’universo, fino alla meraviglia del whisky. Per i più curiosi, vi posto qui un link dove potrete trovare la poesia per intero.

Nel 1503, il matrimonio del re Giacomo IV di Scozia con la principessa Margaret Tudor d’Inghilterra, sembra essere stato d’ispirazione per il poema “The Thistle and The Rose” scritto dal poeta scozzese William Dunbar. Il Cardo rappresentava il re e la rosa la principessa.

Il cardo è presente in numerosi canzoni scozzesi, una tra le più famose “The flower of Scotland”, che è considerato da molti l’inno nazionale non ufficiale della Scozia.

The Flower of Scotland ScotClans Scottish Clans

Ci sono diverse altre canzoni che sono state considerate l’inno nazionale non ufficiale della Scozia, tra cui: Scots Wha Hae, Scozia la coraggiosa e la più recente, la cattedrale dell’altopiano. Ma “il fiore della Scozia” è la più emblematica e la più riconosciuta dal popolo scozzese. I testi sono stati scritti da Roy Williamson e la canzone è stata eseguita da una popolare band, The Corries e si riferisce alla vittoria degli scozzesi guidati da Robert the Bruce, nella battaglia di Bannockburn nel 1314. La musica è antica ed è stata composta da Peter Dodds McCormick . La canzone è anche conosciuta come Flùr Na H-Alba, in gaelico scozzese e “Flouer O Scotland”.

Il titolo è stato utilizzato anche per un libro di storia: Il fiore della Scozia. Esiste anche un tartan di Fiori di Scozia che è stato creato nei primi anni ’90 per onorare Roy Williamson. Il disegno si basa sull’impostazione e sul filo del tartan di Gunn, indossato da Roy Williamson, usando i colori tradizionali del XVIII secolo da Lichen Green e Lochan Blue, anche se non ha alcuna affiliazione di Clan o di famiglia e quindi tutti lo possono indossare .

thistle-201844_640

 

Tutte le foto non scattate da me sono prese da internet e sono con licenza CC0 Public Domain

 

1 comments on “Il Cardo Scozzese – The Thistle”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...