Cramond Island, a passeggio sul mare del Nord

One comment

20140039_10214161233283587_4560279412476915899_n

In Scozia si possono fare tante esperienze e avventure tra le più particolari, come dormire in un faro, soggiornare in una farmhouse, fare un seafari alla ricerca di balene e delfini, fare finta per una notte di essere in un altra epoca e alloggiare in un castello in mezzo al bosco oppure scegliere di fare una passeggiata di 1 miglio (1,6 km) in mezzo al mare del Nord, verso una delle 17 “tidal island” ovvero un’isola di marea, che possono essere raggiunte, camminando dalla terraferma, con la complicità della bassa marea attraverso le Drum Sands.

20155744_10214161232723573_174148326520011847_n

Cramond Island, in Gaelico scozzese “Eilean Chathair Amain” è una di queste, e può essere facilmente raggiunta dal centro di Edimburgo con il Bus numero 41 o in auto, se vi trovate nei pressi della città o nelle zone limitrofe.

Cramond Island si trova al largo della costa di Cramond. L’isola fa parte della tenuta Dalmeny, di proprietà della Rosebery Estates Partnership ed è lasciata al Cramond Boat Club.

20140069_10214161239363739_2155443733880890806_n

Un percorso asfaltato, esposto alla bassa marea, consente un facile accesso all’isola, tuttavia occorre prestare attenzione durante l’attraversamento, poiché il percorso non è omogeneo ma, spezzato e può essere pericoloso in alcuni punti e scivoloso.

Questa strada, molto suggestiva, corre ai piedi di una fila di pilastri di cemento da un lato della strada, che sono stati costruiti come una barriera di difesa per la navigazione dei sottomarini, durante la II Guerra Mondiale (boom navigation barrier) e sono una delle attrazioni più interessanti della zona. Veramente impressionante vederli e camminarci ad un passo!!

 

Con l’alta marea il sentiero è coperto da alcuni piedi d’acqua di mare che, taglia l’isola fuori dalla terraferma. E’ sicuro camminare lungo la strada rialzata fino all’isola quando c’è la bassa marea, ma siate sempre sicuri di avere abbastanza tempo per tornare sulla terraferma prima che la marea si alzi di nuovo.

La velocità con cui la marea risale, può facilmente intrappolare le persone inesperte, incapaci o imprudenti o che non hanno ben capito come andare e tornare dell’isola. Non è infrequente che qualche visitatore resti bloccato! Fortunatamente si può chiamare la guardia costiera (composta anche da molti volontari).

Un grande cartello (situato all’inizio del camminamento) avverte i visitatori del pericolo. Se questo avviso viene ignorato, possono esservi gravi incidenti o le persone possono restare bloccate sull’isola fino alla seguente bassa marea. E spesso si parla di molte ore!

Il 999 è il numero da chiamare in caso di emergenza, per i volontari della guardia costiera e questo è il link del sito internet per le allerte e gli orari delle maree, ve lo posto proprio qui . La guardia costiera raccomanda di attraversare durante le due ore a cavallo dell’acqua bassa. Occhio quindi ai tempi di attraversamento sicuri!!! Per essere sempre aggioranti e ricevere un sms sugli orari sicuri ecco il numero 81400 (cliccate qui per tutte le info) e siate prudenti mi raccomando, camminare in mezzo all’oceano è entusiasmante ma occorre fare attenzione!

20156012_10214161239163734_8070166547631204074_n
Passeggiando per il Mare del Nord By Laura Giradi

43 di queste isole di marea si trovano in Gran Bretannia, di cui 17 in Scozia e tutte possono essere passeggiate dalla terraferma fino all’isola, con le dovute accortezze e precauzioni.

Qualche accenno sulla sua storia:

Ci sono prove che suggeriscono che l’isola avrebbe avuto un significato particolare per i popoli preistorici che vivevano lungo la costa del Firth of Forth. Poichè la vicina Cramond era un avamposto romano, è probabile che sia stata usata da loro. La presenza romana in Scozia non fu particolarmente forte, ma Cramond è uno dei siti più archeologici, insieme a Trimontium vicino a Melrose.  

Durante la maggior parte della sua storia, l’isola di Cramond è stata utilizzata per l’agricoltura, specialmente l’allevamento di pecore, e forse anche come avamposto di pesca. L’isola era una volta famosa per i suoi letti di ostriche, ma questi furono distrutti a causa della pesca eccessiva. Nell’angolo nord dell’isola ci sono resti di un molo costruito con pietra locale che potrebbe essere di origine medioevale, mentre verso il centro dell’isola, nascosto da un piccolo legno c’è la rovina di una fattoria in pietra.

Durante la I guerra Mondiale:

Nel 1914 è stata stabilita una “linea mediana” di difesa nell’estuario Forth per proteggere un ancoraggio per navi da guerra tra la linea e il ponte ferroviario Forth. Una rete anti-sommergibile correva dall’isola di Cramond a Inchmickery, a Inchcolm e alla costa di Fife. Le tre isole sono state armate di pistole, due dei quali montate su Cramond (alcuni resti sono ancora visibili.

Durante la II seconda guerra mondiale:

L’isola di Cramond, insieme ad altre isole del Forth, fu fortificata per proteggere le coste in caso che navi da guerra nemiche, entrassero nel canale. Alcuni di questi edifici rimangono ancora oggi e possono essere esplorati. Ma fate attenzione perchè molti edifici sono fatiscenti ed in disuso e ricordate sempre di dare un occhiata al vostro orologio, per tornare indietro sulla Mainland sempre prima che la marea si alzi nuovamente!!

Dal punto più alto dell’isola bellissime viste sulla Mainland e sui ponti di Queensferry sia che siate in bicicletta che a piedi, non perdetevi queste viste favolose! Scozia on the road e le sue 50 sfumature 🙂

© 2017 Edinburgh Southern Orienteering Club
© 2017 Edinburgh Southern Orienteering Club

Il villaggio di Cramond

20140132_10214161209803000_2763727870561350971_n
Scorcio di villaggio by Laura Girardi

Fin dalla fine del 1800 Cramond è stata una delle più auspicibili periferie residenziali di Edimburgo, desiderata dai più per una gita fuori città e per godere di un pò di relax e pace.

20140066_10214161211803050_9221715026074245136_n

Un’attraente atmosfera di villaggio, una bella spiaggia, barche colorate, una romantica e rilassante passeggiata sul litorale, un grazioso porto nella foce del fiume.

20245917_10214161212163059_2972769138090725977_n
Vista dell’Isola e dei piloni della II guerra Mondiale

20228769_10214161212843076_7129437306333982418_n

Non aspettatevi chissà cosa, il paesino è piccolo e si è reinventato parecchie volte nel corso degli anni. Ormai è solo un’oasi di pace e tranquillità, un modo per sentirvi un pò scozzesi ed un pò parte di questa tipica usanza degli abitanti di Edimburgo, che quando vedono un pò di sole, scappano qui a godersi un pò di sole e di quiete!

20155792_10214161210083007_4286336379791079692_n
Harbour

20245950_10214161210483017_1939070583999763385_n

Il cuore del villaggio si trova ad est del fiume Almond dove scorre il Forth, e la vicina Cramond Inn offre un’attrazione.

Potete vedere la chiesa, Cramond Kirk, l’heritage trust, l’Harbour ed il vecchio Bridge e la tower. La storia di questo villaggio, risale ai tempi dei romani. Se volte approfondire un pochino, potete cliccare qui!

Questa la vista dell’isola vista da un drone, incredibilmente suggestiva.

Ps. Un grazie speciale a Laura Girardi per le bellissime foto che vediamo in questo articolo.

 

 

 

 

1 comments on “Cramond Island, a passeggio sul mare del Nord”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...