Fort George, back to 1769

2 commenti
Fort george viste interne
Ingresso Garrison Chapel

Fort George, in gaelico scozzese: Dùn Deòrsa o An Gearastan,  letteralmente “il presidio o/la guarnigione”, è una vasta fortificazione del XVIII secolo, situata vicino alla cittadina di Ardersier a nord-est di Inverness. Costruita per pacificare gli altipiani della Scozia dopo l’insurrezione giacobita del 1745, sostituì un altro Fort George a Inverness, costruito dopo la rivolta giacobita del 1715, per mettere la zona sotto controllo armato. La fortezza attuale non è mai stata attaccata ed è rimasta attiva come guarnigione. Fort George fu una delle spietate misure introdotte dal governo per sopprimere le ambizioni giacobite dopo la vicina battaglia di Culloden. Era inteso come la fortezza della guarnigione principale nelle Highlands scozzesi e prende il nome da Giorgio II.

Questo forte, fa parte di un pezzo di storia infausta della Scozia e provoca sentimenti forti in tutti gli scozzesi. Conoscere la storia, anche negli aspetti infausti e tristi è molto importante, per farsi un’idea più precisa di questa Nazione.

Fort George infatti fu creato e mantenuto per distruggere la cultura gaelica. Era tristemente questa la sua funzione principale. Fu uno dei tre forti creati per sottomettere le Highlands, gli altri erano Fort Augustus e Fort William. Lo stesso sistema di fortezze adottato dagli Stati Uniti, nell’intento di distruggere la cultura dei nativi americani.

Fort_George_-_geograph.org.uk_-_1242152
Il forte visto dall’alto – credit

Concepito nell’immediata conseguenza dell’insurrezione del 1745, quella che avrebbe dovuto riportare sul trono scozzese l’ultimo degli Stuart, il principe Carlo Edoardo, conosciuto come Bonnie Prince Charles; doveva essere una soluzione una volta per tutte alla minaccia rappresentata dalle Highlands, e in particolare dai giacobiti.

Fort george visto da lontano
Piazza d’armi

Il Forte presenta un’architettura in stile georgiano ed è considerata una delle più belle fortificazioni europee. Basata su una struttura di fortificazione moderna, in stile Georgiano, resta virtualmente intatta dalle origini ed è aperta ai visitatori. Esposti artefatti e ricostruzioni d’epoca, che dimostrano i vari usi della struttura nei diversi periodi storici; oltre che diorami che documentano la sua storia. Oggi rimane una base militare attiva, con caserma per i soldati qui stanziati, appartenenti al Reggimento Reale di Scozia. Fort George è stato costruito su una scala monumentale, facendo uso di sofisticati standard di difesa, con armi pesanti che coprono ogni angolo. L’area che lo ospita è l’equivalente di circa 5 campi da calcio, questo per rendere un pò l’idea della sua grandezza smisurata.

FortGeorge07.jpg  immagine JPEG  2338 × 1611 pixel    Riscalata  38  .png
Mappa del forte

Il primo Fort George, fu costruito nel 1727 a Inverness, ed era una grande fortezza che poteva ospitare fino a 400 soldati, situato su una collina adiacente al fiume Ness, nel luogo di un vecchio castello medievale, che era stato ricostruito come cittadella da Oliver Cromwell e poi abbandonato. Il primo comandante del forte fu Sir Robert Munro, 6º baronetto, colonnello del 42º Reggimento degli Highlander Reali (Black Watch) e capo del Clan Munro degli Altipiani.

View A Plan of Fort George with part of the Town of Inverness 1730 Military Maps of Scotland 18th century
Photo credit

Durante la rivolta del 1745 la fortezza fu catturata dai giacobiti, che la fecero saltare in aria l’anno seguente, per evitare che i soldati di Hannover la usassero come base militare. Nel 1747 il colonnello W. Skinner, Ingegnere Reale, approntò un contratto per ricostruire la fortezza, ma, il Comune di Inverness presentò una richiesta di risarcimento per la perdita di una parte del suo porto che avrebbe richiesto una ingente somma, fu quindi trovato un sito alternativo (quello attuale).

Fort george esterni3

Sito e costruzione

Il sito scelto fu una lingua di terra ad Ardersier, a nordest di Inverness, su un promontorio che si protende al centro del fiordo del Moray Firth e controlla l’approccio marittimo di Inverness stessa. Con un suo porto esclusivo, sotto le mura, la fortezza poteva essere rifornita di viveri via mare, in caso di assedio. I lavori iniziarono nel 1747 ed già nel il 1757 le principali difese erano pronte, anche se Fort George fu definitivamente completato nel 1769.  Fu costruita come base inespugnabile per re Giorgio II, per sopprimere una volta e per sempre le ribellioni giacobite, ma non ce ne furono altre da contenere e divenne quindi una base militare .

Fort george esterni2

L’enorme forte copre circa 42 acri ed è stato progettato per fornire tutti i servizi di una piccola città. Comprendeva una vasta gamma di edifici per ospitare il Governatore e gli altri ufficiali, il distaccamento di artiglieria e una grande guarnigione di fanteria.

Le mura di cinta del forte ospitavano: l’alloggio del governatore e degli ufficiali, un distaccamento di artiglieria e una guarnigione di fanteria per la capienza di circa 1.600 uomini; più di 80 cannoni, una polveriera per 2.672 barili di polvere da sparo, negozi di articoli e forniture, un birrificio ed una cappella.

Fort george mura

Ma forse l’aspetto più notevole che lascia increduli di Fort George è, quanto poco sia cambiato dal suo completamento nel 1769. Ciò che rimane è, con poche modifiche, ciò che Skinner pianificò. 

Fort george esterno

Le fortificazioni di Fort George, nella terminologia militare, costituiscono un esempio di “difesa in profondità” o difesa elastica. Le pareti principali sono rivestite in pietra, con bastioni sporgenti e roccaforti trincerate, in modo che ogni facciata fosse coperta dal fuoco dei cannoni situati in cima ad altre pareti. Le pareti sono ricoperte da terreno erboso, e ancora bunker sotterranei, progettati per proteggere l’intera guarnigione dal fuoco dell’artiglieria. Le difese erano fortemente concentrate sul lato verso terra del promontorio, la direzione da cui era atteso l’assalto giacobita. Lunghe distese di bastioni e bastioni più piccoli, proteggevano i restanti lati verso il mare.

 

Una volta arrivati al Forte

Fort George si rivererà una visita interessante e del tutto particolare, considerate almeno un paio d’ore se volete visitarlo con calma.

Avvicinandovi dal lato verso terra, dove le banche erbose, progettate per assorbire i proiettili di artiglieria, nascondono il forte dalla vista di eventuali incursori, vedrete piano piano comparire il forte. Il centro visitatori e il negozio si trovano nel vecchio corpo di guardia, una struttura difensiva indipendente completamente esposta al fuoco dal forte principale.

Fort george drawbridge
L’ingresso principale del forte è raggiungibile tramite una passerella sopraelevata, che ormai è diventata il simbolo distintivo di questo luogo, con tanto di ponte levatoio bianco, attraverso un ampio fossato, situato tra bastioni fortemente difesi.

Fort george con il forte in miniatura

Entrando vedrete delle sentinelle armate e forse sentirete anche  il rumore dei colpi di fucile del vicino poligono di tiro.

Fort george garrison chapel

All’interno del forte potrete ancora vedere le caserme, costruite per ospitare ben due battaglioni di fanteria, oltre ai cannonieri per l’artiglieria. Parte di uno dei casermoni è stato trasformato in una ricostruzione della vita nei primi giorni di Fort George. La cappella offre anche una visione affascinante della vita nel forte.

Fort george garrison
Murato su un lato si trova il “Grand Magazine”. Questo spazio è stato allestito come sarebbe stato ai suoi tempi, ovvero come una polveriera e funge da palcoscenico per gli attori che ricreano le vite e le storie dei soldati nel 1700, come potete vedere dal filmato che ho allegato all’articolo.

Potrete anche vedere la collezione di armi Seafield. Nella casa di Fort Major, di fronte alla piazza d’armi, si trova il Museo Regimental dei Queen’s Own Highlanders, ora più comunemente noto come The Highlanders ‘Museum.

Fort george mortaio

All’interno si trova anche un cimitero canino, che ricorda i segugi dei reggimenti, morti in battaglia.Avrete molto da camminare e da esplorare, durante la vostra visita.

 

L’edificio originariamente adibito a casa del Governatore, ospita il Museo degli Highlanders, museo ufficiale del Reggimento Highlanders della Regina. Le esposizioni includono uniformi, armi, medaglie, targhe commemorative delle due guerre mondiali, fotografie, dipinti, cimeli e le insegne del reggimento. Ci sono inoltre mostre che includono la storia dei reggimenti, i loro legami con i clan scozzesi e le imprese dei vari reggimenti nei diversi conflitti.

La Garrison Chapel del reggimento è aperta anche ai visitatori e presenta vari stendardi e bandiere memoriali. Entrati sentirete odore di chiuso e le note dell’Inno alla gioia di Beethoven.

Fort george cartello

Certamente vi verrà voglia di affacciarvi sul Moray Firth e guardare l’orizzonte, una volta che starete esplorando gli interni di questo forte. Dalla “Point Battery” ci sono splendide viste sul Moray Firth verso il faro di Chanonry Point. Se sarete fortunati potreste anche essere in grado di vedere alcuni delfini, se avrete con voi un binocolo, ancora meglio!

Fort george garrison chapel dentro

Info per le visite

Quando nel 1700 la minaccia giacobita era finita, il forte divenne una base di reclutamento e un campo di addestramento per l’esercito britannico in rapida espansione. Molti ragazzi delle Highland hanno attraversato le sue porte per combattere per l’impero britannico in tutto il mondo.
Tra il 1881 e il 1964, il forte fungeva da deposito per gli Highlander di Seaforth.
Fort George è attualmente la sede del Black Watch, 3 ° battaglione The Royal Regiment of Scotland (3 scots).

fort george battaglione ogi.png

Tuttavia buona parte del sito è aperto ai visitatori (con acquisto di biglietto d’ingresso), anche se il Ministero della Difesa, pare abbia annunciato l’intenzione di chiuderlo entro il 2032.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Gestita da Historic Scotland, una parte della caserma esibisce varie ricostruzioni dei periodi storici, quando il forte veniva usato per le difese locali del fiordo di Moray, con una mostra di armi e storie militari del XVIII secolo.

1 Aprile – 30 Sett:
Lunedì/domenica, dalle 9.30 alle 5.30

1 Ott – 31 Marzo:
Lunedi/domenica, dalle 10 alle 4

Costo adulti 9£, gratis se avrete acquistato l’Explorer Pass. Per maggio informazioni su tutti i pass a disposizione e trovare quello più adatto alle vostre esigenze, vi rimando al mio precedente articolo, basta cliccare qui.

Fort george ponte

Non ci sono collegamenti diretti a Fort Georg. Il modo migliore per raggiungerlo è in auto, oppure se ne siete sprovvisti, è prendere un pulman o un treno fino a Nairn e poi un autobus o un taxi che vi porti fino al forte.

Laura, la mia amica che spesso viaggia con i mezzi pubblici, mi ha detto che ci sono quasi 3 miglia da fare a piedi, perchè il bus lascia nei pressi di Ardersier. Quindi avrete un pochino di strada da fare a piedi, ma potrete goderevi il panorama nel frattempo.

Non perdete sempre qui nella zona il meraviglioso castello di Cawdor, nei pressi di Nairn. E’ stato uno dei primi che ho visitato durante il mio viaggio in Scozia nel 2008 e mi è rimasto nel cuore da allora. Romantico e bellissimo. Se vi siete persi l’articolo in cui ne parlo, non vi resta che cliccare qui.

Se la giornata è serena, magari potrete sperare di intravedere Chanonry Point, sulla riva opposta. Un altro luogo che merita senza ombra di dubbio una visita.

Ringrazio Marcello Faraci che ha contribuito a questo articolo con delle splendide foto, scattate durante la sua luna di miele!

N.B. Tutte le foto sono di proprietà di Ale Carini 2017 (Ally Blue) e di Ivan Balducci e/o concesse dai legittimi proprietari © all right reserved.

Fort george cannoni2p

Ps. Mettete un like se vi è piaciuto 🙂 Grazie

2 comments on “Fort George, back to 1769”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...