north queensferry, scotland

Forth Valley Tourist Route

7 commenti

Abbiamo inserito la Forth Valley Tourist Route nel nostro itinerario di dicembre, una zona bellissima che finalmente abbiamo avuto modo di girare in modo approfondito ed in tutta calma. Ecco una mappa su cosa vedere lungo questo suggestivo percorso.

da South Queensferry Regno Unito a Stirling Regno Unito Google Maps

E’ lunga circa 70Km e si estende da Edimburgo fino a Stirling, coprendo un’area ricca di punti di interesse: vedrete il Forth Bridge ed il vallo di Antonino, entrambi siti Patrimonio dell’Umanità; l’imponente opera in metallo nota come The Kelpies di Andy Scott e l’affascinante The Falkirk Wheel. Percorrerete il Firth of Forth, il West Lothian e la Forth Valley in un percorso alternativo che alla fine vi condurrà a Stirling, una città piena di storia. Avrete modo di toccare il Blackness Castle, il royal brouth of Linlithgow, Bo’ness e la sua storica ferrovia, passando per Polmont su fino al campo di battaglia di Bannockburn.

Ma basta dilungarmi in chiacchiere, vediamo un pò più in dettaglio questa affascinante strada turistica, per la quale vi suggerisco 3 giorni, per farla con calma ed esplorarla bene, considerando anche le visite a castelli e palazzi che ruberanno diverse ore del vostro tempo.

1 stop: South Queensferry

La costruizione di questo iconico ponte sul Forth, risale al 1883 e vi lascerà senza parole per quanto è imponente e bellissimo. Credo sia uno dei ponti tra i più fotografati nel corso degli anni; abbraccia la storica città di South Queensferry e tutti i ponti costruiti successivamente, ovvero il Forth Road Bridge ed il nuovo Queensferry Crossing che vi suggerisco di attraversare in auto, per fare un’esperienza unica! Tutta la storia di questi ponti è raccontata nel Museo di Queensferry, piccolino ma interessante.E’ stato emozionante nel corso degli anni vedere come è cambiato il panorama in questa zona e poter assistere alla costruzione del nuovo ponte, che ho attraversato quest’anno, dopo aver già percorso il precedente, ormai chiuso al traffico auto.

queensferry

Da South Queensferry, in una bella giornata di sole, potete decidere d’imbarcarvi per fare un giro in barca sotto i ponti o arrivare fino ad Inchcolm Island, che ospita l’Abbazia omonima e le affascinanti fortificazioni di guerra. Una gita fuori porta certamente suggestiva. Potete leggere di più su questa città e la visita all’isola in questo articolo.

inchcolm abbey
Foto – Laura Bertazzini

2 stop: Blackness

Imperdibile per tutti i fan di Outlander! Questa imponente fortezza del XV secolo,  si affaccia nel Firth of Forth ed è suggestiva e struggente e ancora permeata di storia sanguinosa; ve ne parlerò approfonditamente nei prossimi articoli.

blackness castle

Lungo la strada per  arrivare  a questo castello, suggerisco una sosta anche nella favolosa  Hopetoun House (considerata almeno mezza giornata per visitarla tutta) e al Midhope Castle, per completare un piccolo tour giornaliero dedicato ad Outlander. 

midhope castle
Midhope Castle

hopetoun house

Se volete saperne di più sulle locations di Outlander, in un itinerario mozzafiato di 15 giorni per la Scozia, leggete il mio articolo qui!

Nelle vicinanze anche la magnifica House of the Binns, una casa di campagna del XVII secolo con un parco immenso e viste incredibili, ve ne parlerò prossimamente. E’ uno di quei posti, scoperto assolutamente per caso e di una bellezza incredibile. Credo che queste scoperte siano una delle magie che mi ha fatta innamorare della “scozia on the road”. Vai dove ti porta la strada e devia lungo il tuo percorso, se trovi qualcosa che ti incuriosisce, perchè dietro ogni angolo, vi aspetta una scoperta!

the house of the binns
The House of the Binns

3 stop: Royal Brouth of Linlithgow

La città è il luogo di nascita di Mary Queen of Scots e James V ed il palazzo di Linlithgow è una meraviglia, affacciata sul linlithgow loch. Oggi non resta che una rovina di quella che un tempo fu una residenza reale privilegiata per i re e regine della dinastia degli Stuart. Anche questo luogo è legato alla serie Outlander, come sapreste se avete già letto l’articolo che vi ho linkato qui sopra.  Potete regalarvi una bella passeggiata all’esplorazione della città, che è incantevole, specie con le luci di Natale oppure, fare una breve crociera sullo Union Canal, ma solo in primavera/estate.

linlithgow
In una fredda mattina di dicembre

linlithgow

Distante circa 30 minuti da qui, verso l’interno, se vi piacciono i grandi parchi ed i rapaci, vi suggerisco una deviazione interessante della road, per andare a visitare lo spettacolare Polkemmet Country Park, dove si trova lo Scottish Owl Center. L’ingresso costa poche sterline, ma lo spettacolo è incredibile. A dicembre occorre arrangiare prima una visita al centro, perchè di norma è chiuso, mentre potrete passeggiare nel parco tranquillamente in ogni periodo. Vederlo con la neve appena caduta, per noi è stato davvero emozionante!

4 sosta: Bo’ness

Devo dire che questa città mi ha letteralmente sorpresa, stupita e fatta innamorare. Non avrei mai immaginato che fosse così bella e caratteristica. L’avevo inserita nel nostro itinerario, solamente perchè ero curiosa di vedere con i miei occhi, la stazione ferroviaria comparsa nelle prime puntate di Outlander e non mi aspettavo niente di eccezionale. Invece ho dovuto ricredermi fortemente.

bo'ness

Questa città è un piccolo gioiello! Pensate che mentre cercavo le nostre sistemazioni per la notte in questa zona, avevo trovato anche un appartamento qui, recensito ottimamanete su Air B&B, ma pensando che non fosse interessante restare qui, ho optato per un’altra meta, che alla fine si è rivelata la scelta sbagliata! Viaggiando si impara e la prossima volta non mancherò di restare almeno una notte in questo posto dalle ampia salite e discese, che degradano verso il mare.

Bo’ness ha la sua linea ferroviaria ancora oggi funzionante e  ormai, patrimonio dell’Heritage con annesso Museo delle Ferrovie scozzesi, chiuso a dicembre.  L’abbiamo perlustrata in giorno di Natale, da soli, senza nessun turista intorno e nel silenzio più totale; è stato molto suggestivo! Nelle vicinanze di Bo’ness & Kinneil Railway station è possibile visitare il cinema Ippodromo degli anni ’20, il più antico cinema costruito in Scozia oltre che diversi altri edifici interessanti disseminati per la città, come lo stupendo Bo’ness memorial to mining.

5 sosta: Kinneil

Kinneil è sede di una sezione del Vallo di Antonino,  patrimonio mondiale dell’umanità e la tenuta di Kinneil ha una storia che inizia in epoca romana, descritta nel museo di Kinneil House. Passeggiando all’interno della Kinneil Estate, scoprirete non solo i resti del Muro Antonino, ma anche i resti di un forte romano e di una chiesa del XII secolo, oltre a ettari di boschi da esplorare.

6 sosta: Grangemouth

Grangemouth è nota per i suoi legami con l’industria, quindi è ancora più sorprendente trovare un’oasi verde nel cuore della città,  habitat perfetto per la fauna selvatica, noto come Jupiter Urban Wildlife Center. La visita è gratuita e la riserva ospita una varietà di fiori selvatici e alberi nativi. Abbiamo deciso di non inserire questa sosta nel nostro itinerario per dare maggiore spazio ad altre tappe che ci interessavano maggiormante, quindi non so dirvi molto di più.

7 sosta: The Helix park e the Kelpies

L’Helix Park ospita le due suggestive sculture in acciaio note come The Kelpies, alte 30 piedi ed opera di Andy Scott. Costruiti pensando a mitiche creature scozzesi. Puoi dare un’occhiata più da vicino e persino esplorare le sculture durante un tour dal centro visitatori.

kelpies
Foto – Michael Docherty


Con barche a pedali, piste ciclabili e un parco giochi d’avventura c’è molto da tenere occupati i più giovani – e se porti un asciugamano e un cambio di vestiti potresti persino divertirti a immergerti nella zona giochi! I Kelpies sono davvero imponenti, se passate di notte poi, li vederete di mille colori differenti, sono assolutamente suggestivi! Non li potrete fotografare dalla strada, troppo pericoloso, ma se andate vicino al Parco di notte, li potrete vedere in tutto il loro splendore. L’Helix Park invece è uno di quei posti che se sarete in Scozia con i vostri bambini, li faranno divertire tantissimo.

8 sosta: The Falkirk Wheel

Il Forth, il Clyde e gli Union canals sono collegati tra loro da The Falkirk Wheel, un’imponente opera di ingegneria, inaugurata nel 2002. Salite sul battello fluviale e e fate questa esperienza che per adesso è unica al mondo! Non esistono altri meccanismi come questo. Se non vi interessa fare questa crocera, potete godervi le varie attività lungo il canale come ciclismo, camminate a piedi, affittare una canoa e tanto altro ancora. 

Falkirk the wheel

Da qui troverete anche sentiero che con una passeggiata vi condurrà a vedere i resti del Muro di Antonino, che è stato creato da tumuli di terra in epoca romana. Eravamo molto curiosi e tanto entusiasti di poter finalmente fare questa crociera ma il giorno che siamo arrivati lì, nebbia, pioggia e visibilità scarsa! Abbiamo dovuto rinunciare e accontantarci di esplorare un minimo l’area circostante!

callendar house

Non lascerei questa zona senza visitare Callendar House, storica casa georgiana, anche questa utilizzata come location di Outlander. Altra deviazione dalla road, interessante per gli amanti di questa seria è la città di Cumbernauld, dove si trovano gli studios nei quali girano il telefilm.

9 sosta: campo di battaglia di Bannockburn

Arrivati in questo luogo ancora impregnato di storia e sangue, camminare sul suolo che è stato testimone della battaglia tra Robert the Bruce ed Edoardo II nel 1314; questi giorni sono rimasti impressi nella storia della Scozia.

Bannockburn10

Arrivati qui, potrete anche decidere di entrare nel plesso circostante per prendere parte alla Battaglia!Onestamente non eravamo interessati all’attività, ma solamente a vedere questo luogo storico. Qualcuno di voi invece è entrato?

10 sosta: Stirling

Avvicinandovi a Stirling vedrete la catena montuosa di Ochil Hill ergersi davanti a voi e anche due delle attrazioni più famose della città: il castello di Stirling e l’imponente monumento nazionale dedicato a Wallace.

stirling
Vista sulla città dal Monumento a Wallace

stirling

Al castello di Stirling potrete anche incontrare Giacomo V e Mary of Guise, simpatiche guide in costume nel Palazzo Reale. Stirling è una città incantevole, con tanto di università, un delizioso centro storico e tanti punti di interesse. La Forth Valley Tourist Route finisce qui, spero che la nostra avventura vi sia piaciuta. Mi raccomando, mettete un like 🙂 Grazie

NB. Tutte le foto sono proprietà di Ale Carini (Ally Blue) e Ivan Balducci ©2017-2018 o concesse in uso dai legittimi proprietari. Vietato ogni uso. Scozia on the road – 50 sfumature di viaggio.  Un grazie speciale all’amico scozzese Michael Docherty, per alcuni dei suoi scatti.

 

 

7 comments on “Forth Valley Tourist Route”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.