"il villaggio di Dores e le foreste sul loch ness"

Loch Ness (Scozia): Il villaggio di Dores e le foreste sul lago

Oggi vi porterò con me in un viaggio alla scoperta di uno dei laghi, certamente tra i più famosi della Scozia, il Loch Ness. Approfondiremo un grazioso villaggio, Dores e alcune foreste che troverete lungo le rive del Loch Ness.

18 commenti

Loch Ness

Oggi vi porterò con me in un viaggio “on the road” alla scoperta di uno dei laghi, certamente tra i più famosi della Scozia, il Loch Ness. Approfondiremo un grazioso villaggio, Dores e alcune foreste sul Loch Ness. Fateci sapere se siete stati in questa zona e cosa vi ha colpiti maggiormente!

Loch Ness

Qualche informazione sul lago

Il Loch Ness è un lago d’acqua dolce delle Highlands, situato a sud-ovest di Inverness. Credo che molti si siamo chiesti cosa lo rende così interessante e sempre affollato di turisti. Dopo il Loch Lomond, è il secondo più grande lago scozzese;non è il più profondo, perchè Loch Morar si tuffa a oltre 1.000 piedi; non è il più lungo, quel record va a Loch Awe.

loch ness, scozia

Tuttavia, a causa delle sue pendenze ripide e ad alcune sue caratteristiche, è il più grande volume di acqua dolce delle Isole Britanniche.

Contiene più acqua di tutti i laghi, i fiumi ed i bacini dell’Inghilterra e del Galles messi insieme. Ecco tutti i punti di interesse disseminati lungo le spondo di questo grande lago.

Local map of Loch Ness Inverness Culloden Fort Augustus Inverfargaig Dores.
Mappa credit

La A82 che corre lungo la sponda occidentale del lago offre una vista mozzafiato lungo tutto il percorso. Le aspre colline salgono ripide dalle acque scure del lago. Ci sono molti parcheggi lungo la strada dove vi potrete  fermare per assaporare la bellezza dei dintorni. Ci sono alcune strade invece meno battute lungo il lato sud orientale come la A862 (o la A852), più tranquilla e pittoresca. E’ una vecchia strada militare fatta costruire dal generale Wade, single track che attraversa valli e piccoli lochans (laghetti).

Dopo averle percorse entrambe, posso dire di preferire quest’ultima. Amo la pace e la tranquillità che si respira da queste parti e mi piace fermarmi a sognare, ammirando il sole che bacia questa terra incredibile e che ogni volta mi regala emozioni nuove.

loch ness from fort augustus james.jpg
Loch Ness visto da Fort Augustus – foto di James Ross

Ci sono tante attività che potrete fare nei dintorni e molti villaggi da visitare, ognuno con la sue caratteristiche ed attrazioni. Vi ho descritto tante di queste nel nostro precedente articolo, 10 cose da fare a Loch Ness, potete leggerlo qui.

loch ness est side arcangelo spicci
Loch Ness est side – foto Arcangelo Spicci
dores, loch ness
foto: Consuelo Lazzari

Il villaggio di Dores

Dores, si trova subito passato Inverfarigag, annidato nella parte nord orientale di Loch Ness. Una bella passeggiata, offre  alcune delle viste migliori e più iconiche del lago.  Nelle vicinanze tanti piccoli laghetti come il Loch Ashie, raggiungibili in pochi minuti di auto.

dores, loch ness
un paradiso in terra – Foto Consuelo Lazzarini

Da qualsiasi punto, lungo la spiaggia di ghiaia che si allontana dalla Dores Inn,  la vista è impressionante.

Oltre 22 miglia giù dallo stretto lago, verso Fort Augustus, con i lati ripidi della faglia del Great Glen, che si innalzano per oltre 1000 piedi su ciascun lato.

È una vista che potrebbe essere fotografata all’infinito, perchè è diversa ogni giorno ed ogni ora: visto che la luce e il tempo cambiano con un’incredibile velocità!

dores, loch ness
Vista di Dores Beach – foto Consuelo Lazzarini

Dores non è mai stata una grande comunità, sin dal XVIII secolo. Poche dimore erano incentrate sulla chiesa, piuttosto che sulla baia dove invece si trovano ora la maggior parte delle case.

Prima che il Canale di Caledonia venisse costruito nel 1820, i viaggi in barca avrebbero dovuto terminare alla fine del Loch, ma la mancanza di ormeggi o pontili riparati a Dores, ha fatto si che gran parte di questa attività avvenisse ad Aldourie oa Bona.

La stessa Bona era di maggiore importanza, poiché il fiume era pieno di risorse finché il livello del lago, non fu sollevato dalla costruzione del canale. I viaggiatori cosi come i mandriani, iniziarono a venire da questa parte, piuttosto che arrivare fino a Inverness.

Le strade di Wade, che collegavano le guarnigioni militari di Fort George, Fort Augustus e Fort William, passavano attraverso Dores, quindi la principale via di terra da est a ovest sarebbe stata da questa parte del lago.

dores - loch ness

Nella prima metà del XX secolo questo piccolo villaggio vantava in effetti una di quelle icone dell’era industriale, una grande ciminiera in mattoni. Già fuori uso dal 1939, il popolo di Dores decise di demolirla, in modo da non attirare l’attenzione degli attentatori della Luftwaffe, che di fatto attaccarono Foyers, a dieci miglia più a valle del Loch.

Oggi Dores è un villaggio di passaggio, per le persone il cui lavoro è ad Inverness. Fornisce una destinazione popolare per la spettacolare passeggiata lungo il lago che offre.

La walk parte dal parcheggio della Dores Inn e poi attraversa la spiaggia di Dores con una vista mozzafiato sul lago.

Dalla fine della spiaggia salite e seguite il sentiero lungo le acque, fino all’estremità di Tor Point. Il sentiero curva a destra e continua a seguire Loch Ness, verso il castello di Aldourie.

Una curiosità: si dice che a circa mezzo miglio fuori dal villaggio di Dores sul lato della strada, una piccola pietra coperta di muschio segni il sito di un antico pozzo, noto come il pozzo della mano fantasma/ Well Of The Phantom Hand.
Si narra che mentre i viaggiatori stanchi si chinavano per prendere un pò d’acqua dal pozzo, una mano fantasma distesa appariva dietro la loro testa nel riflesso nelle acque.

Lungo le rive del Loch Ness, foreste bellissime

Potete scendere sui sentieri della foresta di Farigaig per vedere un tripudio di fiori colorati, farfalle e scoiattoli rossi e nei pressi del Forte di Dun Dearduil, potrete assaporare 50 sfumature di impressionanti panorami sul Loch Ness. Arrivate su in cima, fino allo spettacolare sperone roccioso risalente all’età del ferro.

Avrete modo di avventurarvi verso i punti più panoramici attraverso un misto di boschi di latifoglie e conifere, spettacolari in autunno.

La foresta qui è un paradiso per gli scoiattoli rossi ed i tassi, così come per una miriade di uccelli boschivi e, in estate tante libellule sfrecciano attraverso l’acqua.

scoiattolo james
Scoiattolo rosso – James Ross

Gran parte del sud di Loch Ness è ricoperto da foreste, che sono un habitat perfetto anche per tanti i tipi di funghi. Possono essere visti tutto l’anno, tuttavia anche per i funghi, l’autunno è il momento migliore!

I vari sentieri attorno a Inverfarigaig, sono un ottimo posto per cercarli. Mi raccomando ammirateli, ma non raccoglieteli! Non rischiate un’inutile intossicazione.

nessie james
Nessie – Foto James Ross

Sempre nella parte sud di Loch Ness avrete modo di inbattervi in una vasta fauna selvatica. Tanti “locals” vi aspettano tra cui: cervi, scoiattoli rossi, la lepre di montagna, i galli rossi e le aquile.

Molte persone sperano di vedere qualche cervo. Ce ne sono molti nella zona, ma gli occhi inesperti spesso non riescono a individuarli nemmeno da vicino. Quindi occhi aperti e macchina fotografica alla mano!

seagulls-815304_640
foto credit CC0

Anche gli amanti del birdwatching troveranno parecchie cose interessanti in questa zona.

Loch Ruthven, è il più importante sito di riproduzione nel Regno Unito per alcuni ucceli rari ed è anche un buon posto per vedere varie tipologie di pesci come il pesce pescatore,  l’airone, la beccaccia di mare, il piovanello e il cuculo  solo per citarne alcuni. Loch Ruthven è una riserva RSPB e si trova vicino a Farr, sulle colline sopra Loch Ness.

Tutto questo e ancora di più vi aspetta denl vostro viaggio lungo le rive del Loch Ness su fino ad Inverness, la città che apre le porte alle Highlands.

Se vi interessa un libro su questa zona ed i vari misteri che la circondano, potete leggere in lingua inglese: The Monsters of Loch Ness (The History and the Mystery) di M. Robinson disponibile anche su Amazon.

Ringrazio la carissima Consuelo Lazzari, nostra Reporter in Loco per le foto di Dores. Un altro ringraziamento va ad Arcangelo Spicci e James Ross per alcune delle loro foto, che hanno reso ancora più interessante questo viaggio lungo le rive del Loch Ness.

Vivete in Scozia oppure ci avete vissuto per un periodo della vostra vita e volete partecipare alla nostra rubrica dedicata ai Reporter in Loco? Scriveteci attraverso i nostri canali social oppure inviateci una mail a scoziaontheroad@gmail.com. Vi aspettiamo!

N.B. Tutte le foto sono di proprietà di Ale Carini e di Ivan Balducci ©2017-2018 o concesse in uso dai legittimi proprietari. Vietato ogni uso. © 50 sfumature di viaggio – Scozia on the road

18 comments on “Loch Ness (Scozia): Il villaggio di Dores e le foreste sul lago”

  1. Che bella la Scozia! Non ci sono mai stata, ma proprio per questo mi attira moltissimo. Dopo aver visto le foto di Inverness, qualche tempo fa, mi ha veramente colpito e spero di visitarla presto! Ma, a parte le città più grandi, anche i piccoli paesi come quelli che hai descritto devono essere molto interessanti, immersi nella natura e nella pace che trapela dalle tue belle foto! L’unica cosa che mi frena un po’ è la guida a sinistra.. È difficile abituarsi?

    Piace a 1 persona

    1. Ciao!! Grazie davvero 😉😊 Per la guida a sinistra posso dirti che i primi giorni fa un po’ strano, ma poi ci si abitua. Basta essere accorti ed andare piano! Aiuta molto avete un secondo guidatore con cui darsi il cambio, almeno per me è stato così. Tanti giorni a guidare da sola non me la sarei sentita.

      Mi piace

    1. ciao Francesca, assolutamente si … è tanto criticato questo lago o piace o proprio non attira. Personalmente lo trovo bello, sia per i panorami che offre che per i piccoli villaggi ricchi di storie da visitare 🙂

      Mi piace

  2. Wow che posti incantevoli..
    La Scozia mi attira moltissimo e mi piacerebbe vedere il famoso lago di Loch Ness.. amo le leggende 🙂
    Il villaggio di Dores invece non lo conoscevo, ma sembra proprio un posticino da vedere 😉

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Federica, il Loch Ness è davvero ricco di meraviglie e di magia … oltre ad essere disseminato di incantevoli loch e villaggi!! Spero che tu lo possa assaporare con i tuoi occhi, al più presto 🙂

      Mi piace

  3. Conosco pochissimo la zona, sono soltanto passata da lì per fare la turista media e fare la mia brava crociera in cerca di Nessie, perciò ho letto con interesse questo racconto di più ampio respiro, per capire cosa mi sono persa! 🙂 Comunque, già che chiedi, la cosa che mi ha colpito di più è stato osservare le rive dalla barca: pareti rocciose quasi verticali con le capre che, inspiegabilmente, erano scese fin quasi alla riva lungo la parete verticale, e rimanevano perfettamente in equilibrio (presumo che quindi sapessero anche risalire!). Giusto un dettaglio ma è stato bellissimo. 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.