f"falkland tra storia outlander e magia"

Falkland (Fife): cosa vedere in un giorno tra Outlander e storia

23 commenti

Falkland

in gaelico scozzese “Fáclann”, è una cittadina del Fife, nota in passato come “Parish of Kilgour”, situata ai piedi delle Lomond Hills. Un tranquillo borgo che fu feudo dei conti di Macduff Thanes di Fife, prima di essere proclamato borgo reale nel 1458, da Giacomo II. Falkland divenne la prima area protetta della Scozia nel 1970. Ci sono pochi altri villaggi nel paese, così ricchi di meravigliosi edifici antichi.

falkland, fife, scotland, palazzo reale
Falkland Palace

Prima della costruzione del Falkland Palace, nel XII secolo esisteva un capanno da caccia. Questo “lodge” fu ampliato nel XIII secolo e divenne un castello, di proprietà dei Conti di Fife – il famoso Clan MacDuff. Il castello fu costruito qui perché l’area poteva essere facilmente difesa, poiché si trovava su una leggera collina. La terra circostante divenne il giardino del palazzo.

Passeggiare per le vie di Falkland è un’esperienza straordinaria. A volte può essere molto affollato, per lo più in estate ma, durante i periodi di bassa stagione regna la quiete e la pace. Gli edifici trasudano storia e lo sguardo è attratto da ogni vicolo e casa.

Il centro del villaggio è dominato dall’imponente Palazzo Reale, ma ci sono tanti altri edifici interessanti, non ultima la stupenda Bruce Fountain, che trasforma la piazza in un piccolo spettacolo.

falkland, fife, scotland

Storia del borgo reale di Falkland

Nel 1371 Robert Stewart, duca di Albany, prese il controllo di Falkland. Il duca di Albany era l’uomo più potente del regno e nel 1402 imprigionò qui David duca di Rothesay, suo nipote e rivale, nonché erede al trono, figlio maggiore di Robert III. Non era certamente una prigione dorata, le voci suggeriscono che Albany avesse incatenato il duca in una cantina, facendolo morire di fame, anche se la versione ufficiale è che sia morto dopo una malattia misteriosa o per divina provvidenza.

Il duca di Albany fu scagionato dal Parlamento per questa morte sospetta, ma restarono forti sospetti di giochi scorretti, che non hanno mai lasciato il fratello minore di Rothesay, il futuro King James. Questi sospetti porteranno alla caduta degli Albany Stewarts. Si narra che Re Robert morì di dolore nel 1406, dopo aver tentato inutilmente di mandare suo figlio minore James, in Francia senza successo.

Quando Albany finalmente perse il potere nel 1424, Falkland fu sequestrata dalla corona. Lentamente iniziarono graduali trasformazioni del borgo reale. Giacomo aveva sentimenti ambivalenti su Falkland, perché da giovane era stato imprigionato qui, da Archibald 6th Earl of Douglas. Questo però non gli impedì di prendersi cura del palazzo, infatti, aggiunse il grande cancello a due torri, che ora serve come ingresso principale del visitatore e lo rese magnifico.

falkland, fife, scotland

Dieci anni dopo, James V estese gli edifici di suo padre in stile rinascimentale francese. Costruì un campo da tennis nel terreno del palazzo che fu completato nel 1541. La corte tutt’ora sopravvive ed è la più antica della Gran Bretagna. James morì a Falkland Palace nel dicembre del 1542, a causa di una malattia causata dallo shock e dal dolore della sconfitta del suo esercito a Solway Moss e dal fallimento della moglie di dargli un erede maschio. Ella partorì Mary, la futura Queen of Scots.

Falkland divenne un luogo di ritiro popolare per tutti i monarchi Stewart. Praticarono la falconeria e usarono le vaste foreste per cacciare cervi e per battute di caccia. I cinghiali, importati dalla Francia, erano tenuti nel parco, all’interno di una recinzione. Tutti amavano anche usare la Royal Tennis Court. La regina Mary, si appassionò particolarmente al gioco e, si narra, che scandalizzò la gente della Scozia, indossando calzoni da uomo per giocare.

falkland, fife, scotland

Quando il figlio di Mary, James andò a sud per prendere il trono inglese, nel 1603, Falkland divenne meno importante come un rifugio reale.

Carlo I e Carlo II la visitarono, ma solo brevemente. Nel 1654 i soldati di Cromwell bruciano la Grande Sala e inflissero danni pesanti al resto degli edifici del palazzo. Fu lasciato al terzo marchese di Bute, custode ereditario del palazzo, il compito di ripristinare Falkland alla fine del XIX secolo.

falkland, fife, scotland

Durante la rivoluzione industriale, l’industria della tessitura del lino divenne fiorente e molti tessitori locali, costruirono i loro cottage dentro il villaggio. Ancora oggi, infatti, sull’architrave di molte case si può vedere scolpita la data di costruzione del cottage o la data di matrimonio di chi ci visse. Uno dei tre stabilimenti dell’epoca, è ancora visibile sopra il Back Wynd. Nel 1792 c’erano 231 tessitori nel villaggio.

falkland, fife, scotland

Il Palazzo reale

La città ospita il Falkland Palace, un edificio storico che resta uno dei migliori esempi di architettura rinascimentale del Regno Unito. Oggi è gestito dal National Trust for Scotland ed aperto al pubblico. Prezzo: Adulti £12.50 – Famiglia £29.50 – gratis se siete soci FAI Italia.

Il Palazzo Reale di Falkland è stato utilizzato come residenza di campagna da re e regine della dinastia Stuart, che lo hanno usato per battute di caccia nelle vicine foreste del Fife. Maria Stuarda ha trascorso alcuni dei giorni più felici della sua tragica vita, in questo luogo incantato.

falkland, fife, scozia

 

Il palazzo fu costruito tra il 1501 e il 1541 da Giacomo IV e Giacomo V, in sostituzione del precedente castello del XII secolo, le cui tracce sono ancora visibili. Il palazzo cadde in rovina dalla fine del XVII secolo, fino ai primi anni del XVIII secolo, quando cadde in disuso e fu gravemente devastato e bruciato dalle truppe di Cromwell.

Nei primi anni del XIX secolo è stato restaurato dal 3rd Marquess di Bute e, i suoi discendenti vivono ancora nel palazzo, dopo averlo dato in gestione al National Trust for Scotland.

falkland, fife, scotland

Le camere originali e ricostruite sono confezionate con pregevoli ritratti dei monarchi Stuart, arazzi fiamminghi del XVII secolo, elaborati soffitti dipinti e mobili antichi.

Sono ancora visibili The East Range and Cross House, anche se scavate e reduci dai danni del tempo. Come vedete in queste foto.

falkland, fife, scotlandfalkland, fife, scotland

Giardini da vivere

Il Palazzo si trova immerso in nove acri di terreno, curati magnificamente e comprende dei giardini formali.

Il giardino delle delizie (Pleasure Garden) è stato progettato e costruito da Percy Cane tra il 1947 e il 1952 e contiene tre confini erbacei, che racchiudono un ampio prato con molte varietà di arbusti e alberi.

falkland, fife, scotland

L’antico frutteto contiene vari alberi da frutto, qualche albero vecchio di 150 anni, così come le sculture di salice e un labirinto.

Il Prato di fiori selvatici, è un tappeto di Orchidee ed è una casa per piante rare, insetti e animali selvatici.

falkland, fife, scotland

Nel più recente giardino delle erbe medicinali, troverete piante che sarebbero state coltivate ai tempi della regina Maria di Scozia.

falkland, fife, scotland, tennis court

Falkland Palace è anche sede del più antico campo da tennis reale, in Gran Bretagna. Originariamente costruito per il re Giacomo V nel 1539 e nel quale, ha giocato persino Mary, Queen of Scots.

falkland, fife, scotland, piazza

Sulle tracce di Outlander

Tutti gli appassionati dei libri scritti dalla Gabaldon o del telefilm Outlander, ormai famoso in tutto il mondo, riconosceranno certamente questa cittadina.

E’ proprio qui che Claire e Franck si recano durante il loro viaggio avvenuto nel 1946, finita la guerra, per ritrovarsi e vivere una seconda luna di miele. Stiamo parlando proprio della prima puntata della serie. Nel film, chiamano questa città Inverness, ma tutte le scende sono state girate a Falkland, non nella vera Inverness, che è molto più a nord e con caratteristiche assai differenti.

falkland, fife, scotland, statua

Vediamo insieme i punti da non perdere in città per tutti i fan di Outlander:

The Covenanter Hotel, nel quale è possibile soggiornare veramente. Nel film questo hotel diventa la guest house di Mrs Baird. I due protagonisti soggiornano qui, durante la loro vacanza in Scozia. Arrivano durante i festeggiamenti di Samain, ovvero il nostro Halloween.

falkland, fife, scozia, fontana

The Bruce Foutain (La Fontana di Bruce): punto in cui il fantasma di Jamie, guarda alla stanza di Claire. Una delle scene più suggestive e romantiche, che da l’idea di un amore immortale e che va al di là dello spazio e del tempo.

falkland, fife, scozia, vicolo, case

The Fountain House: Frank cammina in questo punto, per vedere meglio cosa sta accadendo e si accorge che Jamie guarda Claire, che si intravede nella finestra della Guest House di Mrs Baird’s . Ricorderete la gelosia di Frank per un fantasma del passato che la sua donna, apparentemente, non aveva ancora nemmeno conosciuto?

In onestà tra le cose che ho amato di più ci sono proprio questi intrecci temporali e salti tra lo spazio e le epoche! Affascinante. Trovarsi in questo luogo, fa sembrare che il tempo si sia fermato.

Falkland, fife, scozia, casa
Brunton street – foto gentilmente concessa da Ian Walker, del Borders Journeys

Brunton Street: è qui che Claire insegue Jack Randall, per convincerlo a sposare Mary.

falkland, fife, scozia

Il Municipio di Falkland: nella fiction ricopre il ruolo  dell’Inverness Records (ovvero gli archivi della città). Qui, Claire cerca i ritagli e le informazioni storiche per capire quello che è successo a Jamie, una volta tornata alla sua epoca.

Falkland, fife, scozia, negozio, outlander

Il negozio di regali, The Fayre Earth Gift Shop: questa immagine apre la prima puntata della serie. Claire guarda il vaso blu in vetrina e riflette, aprendo la serie.

La gente scompare di continuo, ragazzine che scappano di casa; bambini che sfuggono di mano ai genitori e spariscono senza lasciare traccia; casalinghe che prendono i soldi della spesa e fuggono in taxi fino alla stazione dei treni. Molti di loro vengono ritrovati alla fine. Alle scomparse dopo tutto, una spiegazione c’è, di solito. Sono Strane le cose che ricordiamo. Singole immagini e sensazioni che rimangono con noi nel corso degli anni. Come il momento in cui mi sono resa conto di non aver mai avuto un vaso. Di non aver mai vissuto abbastanza a lungo in un posto, da giustificare l’acquisto di un articolo del genere. E di come in quel momento, non desiderassi nulla di più al mondo di un vaso tutto mio. Era un martedì pomeriggio, sei mesi dopo la fine della guerra. In qualche modo nella mia mente il giorno della vittoria, il giorno della fine della più terribile e sanguinaria guerra dell’umanità, si sbiadiva ogni giorno di più. Ma posso ricordare ogni singolo dettaglio del giorno in cui ho visto in quella vetrina, la vita che avrei voluto. Cosa sarebbe successo se avessi comprato quel vaso e ci avessi costruito una casa intorno? Avrebbe cambiato le cose? Sarei stata felice? Chi può dirlo. Io ho imparato questo. Anche adesso, dopo tutto il dolore, le morti e i cuori infranti che ne sono seguiti, rifarei comunque la stessa scelta.”

 Falkland, fife, scozia, mappa

Allora siete pronti a percorrere le strade di questo borgo alla ricerca di quei posti che vi hanno fatto battere il cuore, mentre seguivate le vicende di uno dei telefilm più amati del momento? Era così che vi immaginavate i luoghi, mentre leggevate i libri?

Molti altri angoli cattureranno la vostra attenzione, piccoli negozietti, chiese imponenti, strade acciottolate, edifici antichi ed un piccolo shop di violini. La città è in uno stato magnifico eccellente e vi sembrerà di camminare all’interno di un dipinto, sotto il cielo di Scozia.

Falkland, fife, scozia, monumento

Per dormire

in zona suggerisco il magnifico The Bruce Inn, che affaccia proprio davanti al Palazzo reale. Camera pulita, colazione di ottima qualità, preparata calda la mattina, poche stanze silenziose. Siete sopra il pub, ma alle 23 chiude, quindi si dorme benissimo.

Per un dolcetto fresco

o un tea caldo, potete passare The Palace Pantry. Ogni volta che torno a Falkland non posso fare a meno di andarci. Si trova a due passi dal Post Office e dal Palazzo reale. Le proprietarie sono di una simpatia unica ed i dolci sono meravigliosi! Prendete una fetta di torta da portare via e mangiatela on the road, dove più vi piace!

falkland, pasticceria, the palace pantrythe palace pantry, falkland, scozia, food, doci

Se vi è piaciuto l’articolo potete seguirci sui nostri social, che trovate tutti indicati in alto o sulla colonna a destra.

NB. Tutte le foto sono di proprietà di Ale Carini ed Ivan Balducci  2017-2018 o concesse in uso dai legittimi proprietari. Vietato ogni uso. ©50 sfumature di viaggio – Scozia on the road.

 

23 comments on “Falkland (Fife): cosa vedere in un giorno tra Outlander e storia”

  1. Che paese meraviglioso! Orami attraverso il tuo blog mi sto prorpio innamorando della Scozia. Grazie per la storia di questo villaggio, Falkland, mi sono innamorata di quella casetta di sasso con la scaletta e i vasi di fiori! Non fosse per il freddo invernale, un pensierino lo farei… fosse anche solo per mangiarmi una fettona di torta come quella che hai fotografato!

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Anna!!! Paradossalmente dicembre scorso, è stato meno freddo che in certi mesi estivi in cui ci siamo stati! Basta vestirsi bene e si può visitare benissimo anche in inverno 🙂
      Grazie, mi fa piacere … se ti ho fatto innamorare di questo luogo magico per noi!

      Mi piace

  2. Stupenda questa cittadina, e molto interessanti la storia e le leggende. Mi avevi convinta ad andarci praticamente subito, ma quando sono arrivata alla foto della torta mi hai davvero presa per la gola! 😛

    Piace a 1 persona

  3. Bellissimo. Bellissimo il luogo, bellissimo il vostro racconto, bellissime le vostre foto. Questo è davvero un luogo dove il tempo sembra essersi fermato. Io, se potessi andarci, so che passerei il tempo a fotografare tutto. E se dico tutto, non esagero. Mi piace persino il tempo uggioso. 😉

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Raffi grazie davvero 🙂 🙂 hai assolutamente ragione, Falkland è davvero stupendo! E non fatico a credere cosa intendi quando dici che fotograferesti tutto!!! E’ quello che abbiamo fatto anche noi 😛 Fortunatamente abbiamo anche trovato uno splendido sole quel giorno, meglio di così non poteva andare 😉

      Mi piace

  4. Non sapevo questa cosa che in Outlander la città è Inverness… interessante! Comunque quando guardi queste foto ti sembra di essere tornato indietro di almeno cinquan’tanni e invece parliamo di cittadine che esistono ora, proprio così!!! stupendo

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.