La Notte delle Candele a Vallerano

32 commenti

Vallerano

è un paese nei pressi di Viterbo (Lazio) che conta poco più di 2500 abitanti. Si trova sul versante meridionale del Monte Cimino, la vetta più alta dei Cimini.

Le prime tracce d’insediamenti nella zona, risalgono al periodo dell’età del bronzo e poi, successivamente fu abitata da popolazioni di origine etrusca.

Dopo il 300 a.C., con l’avvento dei Romani e la sconfitta etrusca nella battaglia del lago Vadimone, la Regione subì il dominio dei nuovi conquistatori.

Nelle campagne del paese si possono trovare grotte rupestri di origine Villanoviana. La più importante e conosciuta è quella “dei quadratini”, così chiamata dai paesani.

chiesa dalle madonna del ruscello, vallerano, viterbo, lazio

Siti religiosi:

Il Santuario della Madonna del Ruscello, fa parte dell’itinerario farnesino e della tuscia rinascimentale. Il Santuario fu un progetto dal Vignola, per solenizzare la fuoriuscita di sangue dalle labbra di un’immagine della Vergine ed il bambino, sita in una piccola cappella ai margini di un ruscello.

Il pittore Stefano Menicucci, incaricato di restaurarla mentre era intento nel ritocco della bocca, dalle labbra della Vergine, vide sgorgare del sangue. Accerato il miracolo, folle di fedeli accorsero e con le offerte raccolte si diede inizio ai lavori per la costruzione del tempio. Sul luogo del miracolo giunsero anche i Farnese, duchi di Parma e Piacenza, signori di Vallerano, che diedero un enorme contributo per l’edificazione del santuario.

chiesa della madonna del ruscello, vallerano, viterbo, lazio

Un vero e proprio monumento architettonico, a circa 60 km. da Roma, si giunge nel paese dalla “strada romana”, attuale Via Salita; sulla destra si scorge adagiata nel verde la bella costruzione che sorge proprio sul luogo del miracolo, immenso reliquiario alla venerata immagine mariana.

chiesa della madonna del ruscello, vallerano, viterbo, lazio

Un vero gioiello d’arte d’inizio seicento: la pianta con i prospetti, la facciata e alcuni particolari ornamentali derivano dai disegni del celebre architetto Jacopo Barozzi da Vignola, autore peraltro, di tante realizzazioni artistiche dell’alto viterbese.
Lo stile che prevale è senza dubbi il barocco, non sontuoso, fatto d’ori e sfarzosi stucchi, ma di un genere snello, armonioso con un notevole influsso rinascimentale. Spettacolare e suggestiva quando illuminata dalle candele

chiesa di sab vittore martire, vallerano

Chiesa di San Vittore Martire, eretta nel punto centrale e più elevato del paese, anticamente chiamato Valeriano, non si sa esattamente quando venne costruita, probabilmente dopo il 1500.

La torre campanaria alta metri 27,50 sebbene antichissima, è di epoca molto posteriore alla chiesa, poichè l’architetto usò nella costruzione le preesistenti mura della chiesa.
La torre è composta di tre piani, aventi ognuno quattro grandi finestrali. All’origine ne aveva un quarto demolito perché la torre nel 1569 minacciava cadere.
Sulla parte prospiciente il mezzogiorno, c’è una piccola pietra con un’epigrafe, che ancora oggi non è stata decifrata!

vallerano, borgo, viterbo

Eventi:

Nella seconda metà del mese di agosto, si svolge ogni anno la festa patronale di San Vittore Martire che, oltre a prevedere rievocazioni storiche e concerti musicali, si conclude con uno spettacolo pirotecnico tra i più rinomati del centro Italia.

La sagra della castagna di Vallerano, ha inizio dal secondo fine settimana di ottobre al 1º novembre compreso.

Tutte le domeniche mattina visite guidate gratuite al centro storico, alle vecchie cantine, al Santuario del Ruscello e alle aziende locali. Per l’occasione vengono aperte le caratteristiche cantine, dove è possibile gustare i piatti tipici della cucina valleranese e dei paesi limitrofi.

vallerano, borgo, viterbo

La zona è anche famosa per i noccioleti, che vedrete disseminati per chilometri percorrendo la zona circostante.

Nella città di Vallerano, ci sono molti altri punti di interesse. Per questo vale la pena arrivare presto e predersi tutto il tempo per girare ogni singola via, chiesa a angolo del borgo.

chiesa st andrea apostolo, valleranovallerano, borgo, viterbo, lazio

vallerano, viterbo, lazio

La notte delle Candele

Uno degli eventi più famosi di Vallerano che attira turisti da tutta Italia e non solo è “La Notte delle Candele”. Si svolge ogni anno alla fine di agosto.

Nel paese viene tolta l’illuminazione elettrica, in favore di circa 100.000 candele, disposte lungo il paese dagli abitanti e si svolgono numerosi concerti ed eventi gastronomici.

Passeggiare per le vie del borgo, accompagnati solamente dal romantico riflesso delle candele sui palazzi e per le strade, è suggestivo, romantico ed emozionante. Sembra di entrare in una dimensione parallela, in un modo a parte, caldo ed accogliente. E’ come essere dentro la tela di un pittore.

vallerano, notte candele

 

Il nostro suggerimento è quello di arrivare presto, intorno alle 18.30 quando aprono i cancelli, per non lasciare la macchina non troppo distante. A questo punto potete scendere a piedi o prendere il bus navetta gratuito, istituito per l’occasione, che vi porterà all’inizio del paese. Il bus fa orario continuato dalle 18.30 alle 2 del mattino.

Arrivano presto avrete l’opportunità di girovagare per il borgo con la luce del giorno, vedere i paesani all’opera, ammirare gli artisti finire di posizione le 100.000 candele e familiarizzare un po’ con le vie del borgo, altrimenti difficili da riconoscere al buio.

vallerano, candelevallerano, candele

Guardate le piazze o le vie che attirano maggiormente la vostra attenzione e poi tornate e godervi lo spettacolo a lume di candela. Ogni strada ha la sua particolarità, la sua musica, la sua bellezza unica.

Mangiate qualcosa prima che il villaggio si riempia di turisti. Troverete gli stand eno-gastronomici un po’ ovunque lungo le vie e nei giardini pubblici di Vallerano.

vallerano, candelevallernao, candele

Con l’arrivo del crepuscolo, pian piano la città si spegnerà per accendersi al rintocco delle 21, con centomila candele! Un’esperienza da fare almeno una volta nella vita, per la sua particolarità davvero unica.

Abbiate pazienza e aspettatevi molte persone e file abbastanza lunghe per mangiare e muovervi da un posto all’altro. L’affluenza è massiva e il paese piccolino.

Info evento:

L’evento è giunto orami alla X edizione; il costo è di 5 euro se si acquista il biglietto in loco o 6 euro con prevendita on-line.

Dove dormire

A meno di 10 chilometri da Vallerano si trova questo meraviglioso B&B l’Infinito. Proprietarie simpaticissime e molto disponibili, piscina, stanza pulita e discretamente grande e relax.

DSC_0708

Per prenotare, potete usare il nostro buono sconto booking, cliccando a questo link.

Condividete e commentate facedoci sapere la vostra. Fateci sapere se ci siete stati e cosa vi è piaciuto di più, qui sotto!

NB. Tutte le foto sono di proprietà di Ale Carinie Ivan Balducci 2018. Vietato ogni uso. 50 Sfumature di viaggio – Scozia on the road

32 comments on “La Notte delle Candele a Vallerano”

  1. Che bello questo borgo e che magia la notte delle candele! Mi ricorda un rito che viene celebrato a Lucca, la mia città natale. Ogni anno, il 13 settembre, si omaggia il Volto Santo (reliquia presso il duomo) che viene portato in processione per le vie della città. Viene spenta tutta l’illuminazione elettrica e vengono messe candele ai balconi e ai davanzali, e in giro per la città, che, quella notte, assume un volto magico! ciao, Pina

    Piace a 1 persona

  2. Questo paese illuminato solo dalla luce fioca delle candele è spettacolare!! Un po’ mi ricorda la festa delle luminarie di Pisa ma lì non viene spenta l’illuminazione pubblica. Quante feste tradizionali abbiamo nella nostra bella Italia e ogni giorno è un piacere scoprirne di nuove.

    Piace a 1 persona

  3. Ho sentito tante cose stupende sulla festa delle candele ma non ho ancora avuto occasione di vederla di persona. Anche nella mia città è stato costruito un santuario nel luogo dove in una gelida giornate invernale un mendicante si fermò a dire una preghiera e vide fiorire di fronte a lui una pianta di ciliegi. Però noi siamo molto meno originali e invece di celebrare con una festa con tante candele… ci limitiamo a dire centinaia di messe!

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Silvia! Non conoscevo questo Santuario, nato in seguito a questo miracolo! Posso chiedere in quale città si trova? Bè .. per essere del tutto onesta, preferisco questo suggestivo evento alle messe! Sarà che qui a Loreto non mancano eventi religiosi di questo tipo, che preferisco sperimentarne altri diversi 🙂

      Piace a 1 persona

    1. Ciao Valeria!! In effetti questo evento è suggestivo e molto emozionante. Inoltre non sapevo che la zona è famosa anche per i noccioleti. Se no trovano km e km .. c’erano tantissime persone che andavano a raccoglierli! Anche la Ferrero ha un grande stabilimento da queste parti!

      Mi piace

    1. Ciao Francesca … è davvero una notte magica! Non conoscevo questo evento fino allo scorso anno, poi quando ci è passato sotto le mani abbiamo deciso che ci saremmo andati … e quest’anno non abbiamo mancato l’appuntamento! 🙂 suggestivo e bellissimo

      Mi piace

  4. Non conoscevo per niente questo piccolo paese, dal vostro articolo sembra molto interessante e suggestivo!
    E la festa delle candele deve essere meravigliosa, non ne ho mai sentito parlare e mi ha incuriosito un sacco! Da tenere in considerazione!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.