"kirkwall cosa vedere alle orcadi" instead

Kirkwall, cosa vedere sulle Isole Orcadi

18 commenti

 

kirkwall, orcadi, scozia, cattedrale

Kirkwall

La ridente cittadina di Kirkwall è la più popolata delle isole del Maindland Scozzese e, la principale delle isole dell’arcipelago delle Orcadi; è il fulco commerciale e il capoluogo amministrativo, situata in una baia, arretrata rispetto al mare.

Kirkwall vi rapirà letteralmente e, se sarete fortunati come noi, così tanto da trovare uno splendido sole, la potrete vedere in tutta la sua bellezza. Il cielo così come il mare presenteranno 50 sfumature di blu, così come il verde dell’erba.

Abbiamo avuto molto tempo per visitarla e girare le tortuose viuzze dette “wynds” . Sostando per un pò sotto il sole a bere un caffè e mangiare uno delizioso scone, seduti al bar della piazzetta cittadina e godendo della vista, di un pò di vera vita isolana.

kirkwall, orcadi, scozia

 

Inizialmente abbiamo fatto un giro eslporativo tra le viuzze ed ammirato Scape Flow,  vedendo anche una foca che nuotava tranquilla, immersa in una cornice da paradiso.

Un pò di storia

Kirkwall sembra più una città scandinava che scozzese e, per gran parte della sua storia, lo è stata. Il suo nome deriva infatti dal norvegese “Kirkjuvagr” o “Church Bay” (La chiesa della baia) e nasce dalla fondazione di una chiesa dedicata a St Olaf, all’inizio del XI secolo.

Nel 1046 Kirkwall era un centro agricolo e di mercato, nel 1137 il norvegese Earl Rognvald iniziò la costruzione della Cattedrale di San Magnus.I lavori iniziarono poco dopo la costruzione del vicino Palazzo Vescovile.

Nel 1468 le Orcadi furono acquisite da James III per la Scozia e Kirkwall ottenne lo status di Royal Burgh da Giacomo III di Scozia nel 1486. A quel tempo, il mare lambiva i gradini della cattedrale, mentre oggi gran parte della terra è stata bonificata e Kirkwall conserva il suo fascino e il suo carattere originale.

kirkwall, orcadi, strada, scozia
foto – Glenn McNaughton

Nel 1540 Kirkwall divenne il centro amministrativo delle Orkney e delle Shetland. Nel 1607 il conte Patrick Stewart sostituì il Bishop’s Palace con l’Earl’s Palace; mentre Patrick fu imprigionato nel castello di Dumbarton nel 1614, suo figlio Robert si ribellò, impossessandosi del Earl’s Palace e del vicino castello di Kirkwall.Il castello non sopravvisse all’assedio, che pose fine alla rivolta e né Robert né Patrick sopravvissero al processo giudiziario che seguì.

Nel 1798 il sito collinare che dominava Kirkwall iniziò ad essere utilizzato da Magnus Eunson per la distillazione illegale e il contrabbando di whisky. Nel 1825 l’operazione fu legalizzata come Highland Park Distillery, la distilleria più settentrionale della Scozia. Highland Park continua a prosperare e ora è anche una delle attrazioni turistiche più famose delle Orcadi. Affacciato sulla vicina Scapa Bay c’è la seconda distilleria più settentrionale della Scozia, la Scapa Distillery.

kirkwall, orcadi, distilleria, scozia

La storia di Kirkwall è stata in gran parte legata alla storia dello sviluppo del suo porto. Nei primi giorni la baia si estendeva più a sud rispetto a ora, fino al Peerie Sea, mentre oggi questo è un lago interno ben curato.

Kirkwall  è un importante snodo di trasporto per le linee di autobus, porto per i traghetti per Aberdeen, le Shetland e le North Isles. L’aeroporto di Kirkwall, con collegamenti per la Scozia, le Shetland e, nei mesi estivi, la Norvegia, si trova a circa tre miglia dalla città.

kirkwall, orcadi, scozia, cattedrale
La cattedrale vista dal The Earl’s Palace

Cosa non perdere a Kirkwall

 

La Cattedrale di St Magnus

La cattedrale di St. Magnus, conosciuta come “The light in the North” risale al 1137. Fondata dal vichingo Regnvald, il nipote del martire Conte Magnus a cui è dedicata e del quale contiene le reliquie.

E’ stata costruita con una particolare pietra rossa inconfondibile. Il suo aspetto attraente è dato dall’effetto policromo delle pietre alternate, che comprendono l’arenaria rossa estratta da Head of Holland, a nord di Kirkwall e, l’arenaria gialla che si pensa sia stata estratta a Eday, una delle isole settentrionali delle Orcadi.

Il suo interno è meraviglioso e pieno di reperti con annesso un cimitero. La Cattedrale di St. Magnus è un bell’esempio di architettura Normanna.

kirkwall, orcadi, scozia, cattedrale

 

Misticismo e aria di mistero vi aspettano. St. Magnus è imponente e massiccia, ci è piaciuto molto visitarla e restare per un pò seduti tra quelle panche a pensare e guardare i raggi del sole che si infilavano tra i mosaici delle vetrate.

Il comune delle isole Orcadi spende in media ogni anni circa 120 mila sterline per riscaldarla e almeno 100,000 sono i visitatori che si reano qui ogni anno.

kirkwall, orcadi, scozia, cattedrale

 

L’architettura della Cattedrale è un misto tra Romanico o Normanno e primo Gotico. La parte più antica si trova nella zona del coro, i transetti e la navata orientale. La cattedrale fu ampliata tra il 12 ed il 13 secolo e probabilmente altri lavori furono fatti nei secoli successivi.

orcadi, st magnus, cattedrale, scozia

 

kirkwall, orcadi, scozia, cattedrale

Tra il 1154 e il 1472, le Orcadi furono ecclesiasticamente sotto l’arcivescovo norvegese di Nidaros (Trondheim) e successivamente entrarono a far parte della provincia scozzese di St. Andrews. La cattedrale fu assegnata agli abitanti di Kirkwall dal re Giacomo III di Scozia nel 1486. ​​Uno dei vescovi più importanti fu il vescovo Robert Reid.

La Riforma portò la rovina a molte cattedrali ma, la Cattedrale di San Magnus sembra essere rimasta relativamente incolume, anche se l’organo, i tesori e i ricchi paramenti furono rimossi e le decorazioni delle pareti furono coperte di calce.

Nel 1845 il governo presumeva la proprietà della cattedrale, espellendo l’allora congregazione e portando avanti importanti lavori di restauro sul tessuto dell’edificio.

kirkwall, orcadi, scozia, cattedrale

 

Nel 1851 il Royal Burgh di Kirkwall ristabilì la proprietà dell’edificio e il coro e il presbiterio furono dotati di nuovi banchi e gallerie per la congregazione reintegrata.

La cattedrale si deteriorò lentamente fino all’inizio del 20° secolo, quando The Thom Bequest rese possibile un importante restauro. Tra il 1913 e il 1930, fu eretto un alto campanile che sostituì il basso tetto piramidale del campanile precedente. Internamente, le vetrate sostituivano le finestre un tempo semplici, gran parte del pavimento era piastrellato e la calda arenaria rossa, veniva rivelata dalla rimozione di intonaco e calce.

orcadi, st magnus, kirkwall, scozia

 

Chi era St. Magnus

Il Conte Magnus ereditò la Contea Norse delle Orcadi assieme a suo cugino. I due litigarono e nel 1116 ci fu un tentativo di pace. I due decisero di incontrrsi sull’isola di Egilsay, ma il conte Haakon non rispettò l’accordo e si presentò con 8 navi, invece che con una sola! Haakon non uccise direttamente il conte Magnus, ordinò al cuoco della nave di farlo.

Fu così che il conte Magnus fu martirizzato per ottenere la pace nelle Orcadi. Storie e leggende  sulla santità di Magnus aumentarono e mentre Rognvald-Kali combatteva contro il figlio di Haakon nel 1120 per conquistare la contea delle Orcadi, chiese aiuto divino a suo zio martire e promise di dedicargli una grande chiesa in pietra se fosse riuscito nel suo intento. Entrambi furono fatti santi e le loro reliquie si trovano tra le pietre della Cattedrale nella parte del coro.

kirkwall, orcadi, scozia, cattedrale
The Earl’s Palace

Altre tappe imperdibili

Il Museo delle Orcadi, una piccola perla collocata in un edificio storico sito vicino alla Cattedrale, pieno di reparti vichinghi e di sezioni aggiuntive. Sono presenti anche pietre scolpite dai Pitti.

Altre tappe “must do” sono “The Earl’s Palace” e “The Bishop’s Palace“, uno di fronte all’altro. Basta attraversare le strada e sono a portata di mano.

 

The Earl’s Palace

“The Earl’s Palace forms three sides of an oblong square, and has, even its ruins, the air of an elegant yet massive structure, uniting, as was usual in the residence of feudal princes, the character of a palace and of a castle” Sir Walter Scott – The Pirate

kirkwall, orcadi, scozia, cattedrale

Il Palazzo è  uno dei maggiori esempi di architettura rinascimentale francese in Scozia. Per gli abitanti invece rappresenta la memoria di uno dei periodi più neri della storia delle Orcadi e riguarda il ruolo di Stewart Earls. Tra il 16° ed il 17° secolo le Orcadi furono sotto il dominio degli Stewart.

Quello fu un periodo nefasto: gli abitanti erano torturati, costretti a lavorare senza essere pagati e subitrono ogni genere di soprusi. La costruzione del palazzo iniziò nel 1600, con l’idea di collegarlo al Bishop’s Palace per farne un unico blocco, senza riuscirci e indebitando molto le casse. I lavori si fermarono nel 1607, quando Patrick Stewart venne arrestato e ripresero solo dopo la sua esecuzione nel 1615. Il palazzo divenne la dimora del Bishop delle Orkney.

kirkwall, orcadi, scozia, cattedrale

Alcuni sostengono che il suo color giallino dell’edificio, sia dato dalle uova che la popolazione gettava contro di esso in segno di protesta.

Il palazzo del conte fu costruito intorno al 1606 da Patrick, conte di Orkney, conosciuto come “Black Patie”. Il conte governò le Isole del Nord dal 1592 fino alla sua esecuzione 23 anni dopo. È stato asserito al processo del sovrano autoritario che ha usato il lavoro degli schiavi per costruire le sue residenze.

Il suo palazzo di Kirkwall ha ancora il potere di impressionare. È magistralmente progettato, spazioso e straordinariamente raffinato.

Il palazzo comprende:
– una sala al primo piano raggiungibile tramite un’elaborata scala;
– le camere interne ed esterne del conte – all’estremità nord;
– camere per gli ospiti:
– alloggio per personale.

A questo punto basta attraversare la strada per visitare l’ultima attrazione di cui vi parlo in questo articolo, sempre nel centro di Kirkwall.

kirkwall, orcadi, scozia, cattedrale

Il Bishop’s Palace

Il Bishop’s Palace è il più vecchio dei due ed anch’esso si trova al centro di Kirkwall.

Il Palazzo Vescovile fu costruito nello stesso periodo della Cattedrale di San Magnus, nei primi anni del 1100. Il costruttore potrebbe essere stato il vescovo William the Old, crociato e amico di Earl Rognvald, nipote di St Magnus e patrono della nuova cattedrale.

Il palazzo è un pò difficile da comprendere a prima vista ma, dietro tutte le successive modifiche e integrazioni si trova una semplice sala a due piani.

Rimane qualcosa della sala del primo piano ma, il livello del suolo è in gran parte intatto. Le strette finestre del muro occidentale, costruite alternando pietre rosse e gialle, sono simili a quelle della cattedrale.

orcadi, bishop palace

Haakon IV di Norvegia morì qui nel dicembre 1263. Il re era appena arrivato da una spedizione fallita al Firth of Clyde, che si concluse nella battaglia di Largs quando le sue forze furono scacciate.

Dopo che il re morì nella sua camera da letto, il suo corpo si trovava nella sala del palazzo. Haakon IV fu l’ultimo re norvegese a governare il Sudreyjar – le “Isole del Sud” o come le chiameremo oggi, le Ebridi.

Non dimenticare un like se l’articolo ti è piaciuto o di condividerlo! Grazie 🙂

NB. Tutte le foto sono di proprietà di Ale Carini e Ivan Balducci 2018 o concesse in uso dai legittimi proprietari. Vietato ogni uso. 50 sfumature di viaggio – Scozia on the road.

La foto di copertina è del nostro amico e fotografo, Glenn McNaughton

18 comments on “Kirkwall, cosa vedere sulle Isole Orcadi”

  1. Ale oramai leggo il tuo blog per scoprire sempre nuovi luoghi di una terra che npn ho ancora visitato, Spero veramente un giorno di andarci e di sicuro nel mio road trip ci saranno le Ocradi. Mi piace tantissimo la foto che riprende una parte della strada fatta di pietre .

    Piace a 1 persona

  2. Ogni volta che passo da qui, mi innamoro sempre di più di questa misteriosa ma stupenda terra che è la Scozia! Quante cose che voglio assolutamente visitare.. Kirkwall è una vera chicca, wow!

    Piace a 1 persona

  3. Ormai quando cerco informazioni sulla Scozia vado in automatico sul tuo blog! E anche questo gioiellino di città perfettamente descritto si aggiunge alla lista dei posti da visitare un giorno 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.